Utente Password   Registrati qui Password dimenticata?  

Monte Rodondone da Gardone Val Trompia

Dislivello: +811 da Gardone Val Trompia (332m) a Monte Rodondone (1143m)

Sentieri: 311 + 3V
Difficoltà: E (Escursionista)
Tempo salita: 2,30 ore


Dopo aver raggiunto Gardone Val Trompia, lasciamo l'auto nei pressi della scuola in via Armando Diaz. Da qui percorriamo pochi metri fino a raggiungere l'inizio del sentiero 311 in via Santa Maria (332 m).
Il sentiero parte ripido lungo una strada asfaltata, superata le ultime case addossate alla montagna, si percorre la ripida e sassosa mulattiera che in circa 30 minuti di cammino arriva al Santel de Pusole, detto Santellone, dove la pendenza si attenua.
Entriamo nel bosco, il sentiero è fangoso e molto scivoloso. Arriviamo poi in località Paule di Sopra, che di fatto è una grande cascina, superatola si rientra nel bosco e dopo circa un'ora dalla partenza si giunge nelle verde località di Domaro (804 m).
Lungo questa parte del sentiero incrociamo diverse auto salire o scendere dalle varie località abitate, ad un bivio seguiamo la strada sterrata di destra che in lieve salita conduce a un altro bivio con un pozza. Da qui proseguiamo diritti seguendo le segnalazioni bianco/rosse e arriviamo alla località Cucca (875 m).
La mulattiera prosegue poi passando letteralmente sotto la Palazzina, antica costruzione con delle torri, superate le cascine di Pezzolo sotto il Monte Rodondone, arriviamo ad incrociare il sentiero 3V.
A sinisra vediamo la trattoria "rifugio" Santa Maria, noi invece proseguiamo a destra lungo il sentiero 3V. Qui il fondo è nettamente migliore, meno fangoso e più stretto. Di fatto percorriamo la montagna in cresta o mezza costa, incrociamo di tanto in tanto alcuni punti più ripidi e frastagliati, dove la roccia spunta dal terreno. Superato un semplice tratto dove è necessario aiutarsi con le mani, arriviamo ad un ampio spazio erboso, continuiamo a salire e da li a poco raggiungiamo la vetta del Monte Rodondone (1.143 m).
Dopo una breve pausa per godersi il panorama, ritorniamo indietro lungo lo stesso sentiero, raggiungendo il rifugio Santa Maria (940 m), in circa 30 minuti.
Dal rifugio in pochissimi minuti si sale alla Chiesa di Santa Maria del Giogo (968 m) da dove, nelle giornate favorevoli, si gode un ampio panorama che và dalla prealpi bresciane, a quelle bergamasche e sul sottostante lago d'Iseo.


Commenti