Utente Password   Registrati qui Password dimenticata?  

Rifugio Almici - Monte Guglielmo dal Bosco degli gnomi di Zone

Dislivello: +1238 da Zone (710m) a Monte Guglielmo - Cima di Castel Bertino (1948m)

Sentieri: 227 (fino al rifugio Almici) e 3V (fino alla vetta)
Difficoltà: E (Escursionista)
Tempo: 2:30 ore

Per salire al Guglielmo (Golem) ci sono vari sentieri, anche poco prima dell'abitato di Zone vediamo delle indicazioni sulla destra, ma avevamo già deciso di raggiungere il rifugio Almici e la vetta con il sentiero 227 perchè coincide per il primo tratto con il 'Bosco degli gnomi'. Lasciamo perciò l'auto a Zone, proprio dietro la chiesa (ex cimitero).
E' simpatico vedere queste radici intagliate e con sembianze 'gnomesche'.. poi ci sono orsi, draghi e altri animali: carino soprattutto per i bimbi. Proprio perché pensato anche per i più piccoli il sentiero si presenta inizialmente semplice e ben curato. Pian piano aumenta la pendenza, vediamo anche delle indicazioni per il sentiero 227A che ignoriamo perché ci sembra decisamente più ripido. Il terreno passa da acciottolato a sterrato, con piccoli tratti cementati, per la prima parte quasi tutto nel bosco, riparato dal sole.
Siamo già affaticati, siamo partiti da circa 700 metri di Zone e quando arriviamo alla prima fontana a 1420 m. ci sembra un sogno quell'acqua fresca. Ora siamo rigenerati e proseguiamo col sentiero sulla sinistra.
Il sentiero si restringe e sale velocemente, diventa più bello, peccato che il cielo è coperto, altrimenti ci sarebbero degli scorci stupendi sul lago sottostante. Ci ritroviamo davanti una parte di montagna nuda stupenda, il nostro sentiero le passa di lato così possiamo non solo ammirare lo scorcio, ma vediamo anche due uccelli giganti che planano proprio sulla cima e ci sembrano acquile.
Bellissimo.
Ora dobbiamo salire fino alla cresta, a metà strada troviamo un'altra 'area ristoro': 3 fontane dove non possiamo non bere!
E' faticoso, ma il panorama vale la pena, i lati delle montagne hanno sono rivestite da una moltitudine di tonalità diverse di verdi.
Arrivati alla cresta, seguiamo tutta la recinzione verso sinistra, qui è tutto pianeggiante, per fortuna, così almeno riprendiamo un attimo il fiato, l'occhio può spaziare su tutta la vallata ed il lago. Manca poco ormai, sulla destra troviamo un'altra salita con dei gradini nell'ultimo tratto, che porta nello spiazzo antistante il rifugio Almici. Siamo arrivati a 1861 m.
Il posto è proprio carino, rustico, i gestori molto gentili stanno accendendo il fuoco, vista la giornata fredda.. e si che siamo al 19 di maggio!!
Altri 10 minuti separano il rifugio dalla cima Castel Bertino del monte Gugliemo a 1949 m., dove domina la cappella del Cristo Redentore (Sentiero 3V).


Commenti