Utente Password   Registrati qui Password dimenticata?  

Rifugio Monte Baldo da Avio

Dislivello: +1033 da Avio (147m) a Rifugio Monte Baldo (1180m)

Sentiero: 652 (rosso-bianco)
Difficoltà: E (Escursionista)
Tempo salita: 2:40 ore


Arrivati ad Avio percorriamo la Strada Provinciale 208 (via Madonna delle Nevi) fino al primo tornante dove, sulla sinistra, un cartellone e dei segnavia indicano la partenza del sentiero 652. Non trovando posto per lasciare l'auto torniamo indietro fino al parcheggio del cimitero (circa un paio di km) per poi raggiungere la partenza del sentiero a piedi (147 m).
Il sentiero comincia salendo su un fondo in sassi, con poca neve. Una serie di tornantelli ci fanno salire velocemente lungo il lato della montagna. Dopo circa 10 minuti (a 370 m) troviamo un primo bivio, scegliamo di andare a sinistra ma entrambe i sentieri si ricongiungono poco più avanti. Ad un secondo bivio proseguiamo seguendo sempre le bandierine di colore rosso e bianco. Il sentiero innevato è pieno di impronte di vari animali, in particolare di camosci, e la nostra speranza di vederne qualcuno è sempre più alta, anche perchè non c'è invece nessuna impronta di altri escursionisti.
Attorno ai 900 m troviamo una fontanella (ahimè) chiusa e da qui proseguiamo quasi in piano attraverso una pineta entrando in una gola davvero spettacolare (950 m).
Raggiungiamo un tratto di sentiero protetto da una recinzione, sulla destra troviamo un laghetto molto suggestivo, di fronte a noi troviamo una sbarra che impedisce il passaggio alle auto, la oltrepassiamo sul lato destro raggiungendo un bivio. Qui delle indicazioni ci permettono di proseguire andando a destra, nel frattempo sono passate poco più di 2 ore. Passiamo sopra il "Ponte della Balanza" (980 m).
Intorno ai 1000 metri incrociamo una strada carrozzabile, il Rifugio Monte Baldo è indicato a destra, proseguiamo su questa strada per un tratto brevissimo. Al cartello che indica il rifugio rientriamo nel bosco, seguendo una traccia su un albero, riprendendo così il sentiero più stretto.
Poco più in alto vediamo una serie di casette, anche qui ci sono moltissime impronte di camosci, costeggiamo le case fino a raggiungere un altro cartello che ci indica di proseguire a sinistra e da li a poco raggiungiamo il Rifugio Monte Baldo (1180 m).


Commenti