Utente Password   Registrati qui Password dimenticata?  

Rifugio SEV da Valmadrera

Dislivello: +935 da Belvedere (Valmadrera) (290m) a Rifugio SEV (1225m)

Sentiero: 7 (segno a bandiera giallo, bianco e rosso)
Difficoltà: E (Escursionista)
Tempo salita: 2 ore

Arrivati a Valmadrera (LC) ci dirigiamo verso la via San Bartolomeo, della frazione Belvedere, dove parcheggiamo l'auto prima dell'inizio dei tornanti.
A piedi, lungo la strada asfaltata, raggiungiamo la partenza del sentiero numero 7 (290 m). I segnavia indicano il rifugio SEV a 2 ore (4,7 km).
Il primo tratto lo percorriamo lungo una mulattiera in ciottolato fino a raggiungere un'agriturismo e una cappelletta oltre la quale il sentiero si stringe.
Qui c'è una comoda fontanella dove è possibile riempire la propria borraccia. Entriamo nel bosco.
Dopo 35 minuti attraversiamo un torrente asciutto (640m) e continuiamo tra il bosco spoglio. Costeggiamo per un tratto il torrente arrivando in località Sambrosera.
Qui troviamo i "caselli del latte": frutto dell’ingegno degli abitanti dei nostri monti, le "casote del latte" sono un geniale sistema di conservazione le latte che

sfrutta la frescura dell'acqua di sorgente.
Poco dopo troviamo un tavolo con delle panche (916m) e un'altra fontanella d'acqua, li superiamo raggiungendo un bivio. Continuiamo a salire lungo il sentiero che

sale alla nostra destra.
Dopo un'ora e venti (a circa 980m) usciamo dal bosco, davanti a noi si apre uno splendido panorama sul Resegone e la sottostante città di Lecco.
Proseguiamo e, arrivati alla bocchetta Val Puma in località Moregge (1110m), andiamo a sinistra.
Percorriamo un tratto in mezza costa nel bosco, un pò scivoloso perché ghiacciato. E' necessario fare attenzione e, per una maggior sicurezza, è preferibile utilizzare

delle bacchette telescopiche.
A quasi due ore dalla partenza, usciamo nuovamente dal bosco. A sinistra vediamo il rifugio SEV, mentre lo raggiungiamo sulla destra ci appare una magnifica vista sul

Lago di Lecco. Così, poco dopo sorridenti e soddisfatti del posto scelto, diamo ancora un'occhiata al panorama ed apriamo la porta del rifugio per pranzare.
Al ritorno, scendiamo lungo lo stesso sentiero.


Commenti